Portale Eventi del Consortium GARR

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori informazioni sull uso dei cookies e su come eliminarli leggi l'informativa estesa
Abbiamo modificato alcune delle nostre politiche per rispondere ai requisiti del nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (GDPR).

Informativa sulla privacy

Informativa sul trattamento dei cookie

CONFERENZA GARR 2018
3-5 OTTOBRE 2018, Università di Cagliari

5 ottobre 2018

Sara Di Giorgio

Istituto Centrale per il Catalogo Unico
http://www.iccu.sbn.it/
Sara Di Giorgio

 

Europeana per lo sviluppo della 'Scienza Aperta' nelle Digital Humanities

Modelli e strumenti semantici per la documentazione dell'Heritage Science

Un modello per la compilazione di Data Management Plan per l'archeologia

Collabora dal 2004 con l’ICCU ( http://www.iccu.sbn.it/opencms/opencms/it/) per lo sviluppo di CulturaItalia, il portale della cultura italiana del MiBACT, e di numerosi progetti europei per la digitalizzazione, la fruizione e la conservazione a lungo termine del patrimonio culturale digitale. Partecipa al progetto Parthenos, coordinando le attività per la definizione dei requisiti per lo sviluppo di policy sul data lifecycle.

Since 2004, she collaborates with ICCU ( http://www.iccu.sbn.it/opencms/opencms/it/) in developing CulturaItalia, the portal of the Italian culture, as well as many European projects for cultural heritage digitalization, on-line access and digital preservation.She participates in Parthenos project by coordinating the task on definition of policy requirements concerning the data lifecycle.

SESSIONE 10. OPEN DATA - OPEN SCIENCE

Presentazione

Slide

Europeana per lo sviluppo della 'Scienza Aperta' nelle Digital Humanities

Europeana è la piattaforma digitale dell’Unione Europea per il Patrimonio culturale ed è gestita dalla Fondazione Europeana. Giunta quest’anno al suo decimo anniversario, la piattaforma offre 58.5 milioni di contenuti digitali, tra opere d’arte, manufatti, libri, film e file audio. 24.325.263 sono disponibili per il riuso gratuito. Il contributo al convegno verrà articolato in due parti: la prima sarà incentrata su Europeana, intesa come piattaforma, in particolar modo sulle caratteristiche e funzionalità più rilevanti per coloro che la usano a scopi scientifici, facendo anche riferimento al contesto italiano; la seconda parte verterà, invece, su Europeana Research, ovvero sui progetti e le attività che la Fondazione Europeana conduce allo scopo di promuovere il riuso del patrimonio culturale digitale in ambito scientifico.


Europeana, for the development of the Open Science in Digital Humanities

Europeana is the digital platform of the European Union for Cultural Heritage and is managed by the Europeana Foundation. This year, during its tenth anniversary, the platform offers 58.5 million digital content, including works of art, artifacts, books, movies and audio files. 24,325,263 are available for free re-use. The contribution to the conference will be divided into two parts: the first will focus on Europeana, intended as a platform, especially on the features and functionality most relevant for a scientific purposes, also referring to the Italian context; the second part will focus on Europeana Research, in particular projects and activities that the Europeana Foundation carries out in order to promote the re-use of digital cultural heritage in the scientific field.

Presentazione

Slide

Modelli e strumenti semantici per la documentazione dell'Heritage Science

L’Heritage Science è una branca multidisciplinare delle scienze applicate che mira allo studio, la valorizzazione e la conservazione dei beni culturali. Le analisi di laboratorio condotte da questa disciplina producono informazioni digitali che necessitano di un’opportuna sistematizzazione, nell’ottica di una loro migliore reperibilità e di un loro efficiente riutilizzo. Questa comunicazione illustra un modello di codifica inteso a documentare tali informazioni per mezzo di ontologie, vocabolari e sofisticati strumenti di metadatazione. Il fine ultimo è la creazione di archivi semantici di conoscenza digitali che, uniti ad opportuni strumenti di ricerca, rendano i dati scientifici facilmente reperibili, accessibili e integrabili, in modo da consentirne il potenziale riutilizzo in ambiti diversi.


Semantic models and tools for the documentation of Heritage Science.

Heritage Science is a multidisciplinary branch of applied sciences aiming at the study, enhancement and conservation of cultural heritage. The laboratory analyses conducted by this discipline produce digital information that require an appropriate systematization, with a view to their better availability and their efficient re-use. This communication illustrates a coding model to document these information through ontologies, vocabularies and sophisticated metadata tools. The ultimate goal is the creation of semantic digital knowledge archives that, together with appropriate research tools, make scientific data easily available, accessible and integrated, in order to allow its potential re-use in different fields.

Presentazione

Slide

Un modello per la compilazione di Data Management Plan per l'archeologia

Il contributo presenta il template per la creazione di Data Management Plan (DMP), sviluppato dal progetto PARTHENOS con l’obiettivo di offrire uno strumento che soddisfi i requisiti degli istituti finanziatori dei progetti di ricerca, fornendo al contempo uno strumento che permetta ai ricercatori di documentare la propria ricerca. Il modello, che trae origine dall'iniziativa europea della Open Science e dai principi FAIR, è stato adattato alle esigenze dei ricercatori nel settore archeologico, ed è stato testato da un gruppo di esperti del dominio. Il contributo presenta gli ultimi aggiornamenti apportati al template ed include una panoramica sugli strumenti implementati per facilitarne la compilazione e produrre un modello che sia machine-actionable.


A model for the definition of the Data Management Plan for Archaeology.

The contribution presents the template for the creation of the Data Management Plan (DMP), developed by the PARTHENOS project with the aim of offering a tool that meets the requirements of the funding institutes for research projects and also providing a tool to enable researchers to document their research. The model, which originates from the European initiative of the Open Science and FAIR principles, has been adapted to the needs of researchers in the archaeological field, and has been tested by a group of domain experts. The contribution presents the last updates to the template and includes an overview of the tools implemented for make it easier to compile and produce a model that is machine-actionable.

 


Sponsor

DELL EMC
Palo Alto Networks
INTEL

juniper networks
maticmind